Nuove Norme Tecniche 2018: utilizzo del radar per le indagini sulle strutture esistenti

Le recenti Nuove Norme Tecniche 2018 portano di nuovo all’attenzione di professionisti e committenti l’importanza che devono rivestire le indagini conoscitive sulle strutture esistenti.

Il Capitolo 8, in particolare, sebbene molto breve e conciso esprime alcuni concetti innovativi riprendendo e sottolineando, al tempo stesso, quanto già detto nelle NTC2008; sicuramente da ricordare ad esempio l’introduzione del termine ζ : «Nelle verifiche rispetto alle azioni sismiche il livello di sicurezza della costruzione è quantificato attraverso il rapporto ζE tra l’azione sismica massima sopportabile dalla struttura e l’azione sismica massima che si utilizzerebbe nel progetto di una nuova costruzione»

Sicuramente altrettanto importanti i concetti sottolineati nel paragrafo 8.2 “Criteri generali”, in cui si afferma che: «La valutazione della sicurezza e la progettazione degli interventi devono tenere conto dei seguenti aspetti della costruzione:
– essa riflette lo stato delle conoscenze al tempo della sua realizzazione;
– in essa possono essere insiti, ma non palesi, difetti di impostazione e di realizzazione;
– essa può essere stata soggetta ad azioni, anche eccezionali, i cui effetti non siano completamente manifesti;
– le sue strutture possono presentare degrado e/o modifiche significative, rispetto alla situazione originaria

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla luce di queste affermazioni è chiaramente indispensabile per ogni professionista, porsi il problema di come poter raggiungere la corretta e quanto più completa conoscenza del manufatto.

Da anni Sicuring precorre i tempi per utilizzare le tecniche conoscitive e di indagine sui materiali più aggiornate ed evolute; tra queste accenneremo a quella di impiego del radar, tecnica per alcuni aspetti già consolidata, ma che ha ricevuto un importante e decisivo impulso grazie allo sviluppo da parte di HILTI di una specifica strumentazione all’avanguardia, si tratta del sistema X-Scan PS1000 che rappresenta lo stato dell’arte nel campo delle indagini non distruttive e di cui Sicuring si avvale giornalmente per supportare committenti pubblici e privati nel delicato e specialistico ambito della conoscenza degli edifici esistenti e delle verifiche di vulnerabilità sismica, essendo tra le prime società in Italia a poterne disporre: velocità, precisione, chiarezza, certezza dei risultati caratterizzano la strumentazione Hilti e rappresentano da sempre anche la miglior descrizione dell’operato Sicuring.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *